NOI A CACCIA DELL’IDRAULICO EVASORE

La più grande truffa fiscale europea. E’ tedesca, da 55 mld. Censura in tv

Tutto il potere alle banche? Ecco la più grande frode fiscale europea, 55 miliardi di euro, e i tg italiani non riportano una riga…

Noi facciamo “ammuina” (in napoletano) ma i tedeschi fanno i fatti, verrebbe da dire. Parliamo della più grande frode fiscale mai perpetrata in Europa, per 55 miliardi di euro finora stimati ma che potrebbero diventare molti di più, e sarebbe stata effettuata da un gruppo di manager bancari tedeschi che per anni ha agito con la complicità di quasi tutte le banche del loro territorio. La notizia dovrebbe essere l’apertura di tutti i telegiornali che per farcela capire meglio, per dimensioni e portata, potrebbero martellarci per giorni. E invece no o a pensare che eliminando il contante, imponendo l’obbligatorietà del pagamento con carte di credito e bancomat, si risolverebbe l’evasione, mettendoci così mani è piedi nelle mani delle banche, tra i principali attori di questa storia.

Un centinaio di persone e diversi istituti di credito sono accusati di una frode di massa. Gli “indiziati” sostengono di essersi mossi nella legalità, ma i tribunali di Colonia, Monaco, Francoforte e Copenhagen li stanno indagando per truffa ed evasione fiscale su campo europeo. Gli investigatori tedeschi hanno scandagliato centinaia di transazioni incriminate, gestite in vari Paesi da istituti di credito come Santander, Barclays, Goldman Sachs, Bank of America, Macquarie Group, Bnp Paribas, Société Générale, Crédit Agricole e HypoVereinsbank del gruppo Unicredit.

CONTINUA A LEGGERE

ROMANO PISCIOTTI: …questi tedeschi che vogliono dare lezioni…