STROZZINAGGIO

l’Italia ha pagato 3.100 miliardi di interessi in 3 decenni (198% del PIL)

Studio Esclusivo: l’Italia ha pagato 3.100 miliardi di interessi in 3 decenni (198% del PIL)

IL DEBITO PUBBLICO HA AVUTO UNA FORTE CRESCITA SPECIE DOPO IL 1981, DATA DEL DIVORZIO TRA BANCA D’ITALIA E TESORO, E PASSA DAL 60% AL 120% NEL 1993

Presentato da Rex frog

Romano Pisciotti

IL NUOVO DECRETO FISCALE MIRA A DISTRUGGERE LA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA

E’ assurdo quello che sta accadendo. Stanno mirando a distruggere la piccola e media impresa italiana. Ricordo sempre che sulla scia di Mario Monti stiamo distruggendo la domanda interna sul consolidamento fiscale, quindi la distruzione di tutto ciò che fa impresa in Italia.

La spina dorsale dell’economia italiana è fondata sulla piccola e media impresa, non certo sulle grosse multinazionali. Si va ad attaccare il piccolo imprenditore, quando la grande, grandissima evasione non viene sfiorata. Questo è un attacco mirato, come quello al contante“.

DA INTERNET

PRESENTATO DA REXFROG (ROMANO PISCIOTTI)

Stato di Polizia

Abolizione contante: la dittatura PD – Cinque Stelle dà il via ad uno Stato di Polizia Tributaria

Con la scusa della lotta all’evasione fiscale, le due sinistre (Pd e 5 Stelle) tornano a fare quello che era stato solo momentaneamente interrotto: tartassare le fasce più deboli e favorire i potenti! La giustificazione è quella di “Potenziare la lotta all’evasione fiscale agevolando, estendendo e potenziando i pagamenti elettronici obbligatori e riducendo drasticamente i costi di transazione” come leggiamo nel programma del governo giallorosso.
Del resto sono tornati i giacobini al governo e subito è ripartito l’attacco al contante, mentre i grillini, dal canto loro, si svelano sempre più estremisti di sinistra, compiacenti all’idea di limitare la libertà dei cittadini.
Lo ha dichiarato senza troppi giri di parole il governatore Pd della Puglia Emiliano, che da Floris dichiara che in questa maniera lo Sato può controllare meglio come spendiamo i nostri soldi! Gli fa eco la Boldrini, che perentoria afferma “dobbiamo sapere chi spende e in che cosa!” rivelando senza filtri il vero progetto sovietico che si cela dietro la lotta al denaro contante:  quello di controllare la vita di ogni cittadino.
Del resto per sua maestà Bankitalia i versamenti cash favoriscono corruzione ed evasione, dichiarazioni abbastanza prevedibili, visto che le banche festeggiano per le laute commissioni che incasseranno, mentre le abitudini degli italiani verranno scansionate in tempo reale: lo Stato e le banche sapranno in ogni momento cosa compriamo, quando compriamo, quanto spendiamo e dove spendiamo. Mentre il problema centrale rimarrà invariato: l’evasione fiscale infatti, che ammonta a circa 120 miliardi di euro l’anno, non deriva da operazioni di piccoli commercianti o artigiani che cercano soltanto di sopravvivere in un Paese a crescita zero da circa vent’anni, bensì dalle grandi evasioni milionarie delle multinazionali, che con operazioni apparentemente regolari sottraggono al fisco decine di milioni di euro ogni anno.
Ma un governo estremista come quello Pd-5Stelle, vicino agli interessi dei grandi poteri economici, cerca di prendersela sempre coi più deboli.
Rexfrog (Romano Pisciotti): siamo alle solite

GIUSEPPI

«A very talented man who will hopefully remain Prime Minister!». Un uomo di grande talento, spero che rimanga presidente del Consiglio. Che il tweet col quale Donald Trump, lo scorso 27 agosto, benediceva un «Giuseppi» Conte in procinto di passare dal governo con la Lega al governo col Pd, fosse più di un attestato di stima personale e suggellasse invece un’ intesa politica a un livello più profondo, lo si era ipotizzato subito. Perché il presidente americano voltava le spalle così platealmente a Matteo Salvini, un leader che pure aveva preso la sua amministrazione come modello, e dava il suo beneplacito a una nuova maggioranza di centrosinistra?

REXFROG…dal web

LA TRAPPOLA

Una mia amica di fb, avendo dedotto non so da quali fonti certe e indiscutibili che la metà degli ultrasessantacinquenni o deluso ha smesso di votare o vota il PD perchè non capisce niente, sembra dare credibilità all’infame proposta di Grillo di togliere il voto agli anziani.
Il mio commento al riguardo:
“Ma ti rendi conto di essere caduta nella trappola con tutte le scarpe, riuscendo perfino a peggiorarne i termini? Che facciamo, decidiamo chi ha diritto a votare sulla base delle nostre preferenze politiche, togliendola a chi ha comportamenti elettorali difformi dai nostri? Vota PD perchè questa è la sua scelta, come ti permetti di dire che non capisce nulla?
In democrazia si convince col confronto pubblico, quando non lo si vuol più fare, si fa la guerra civile. Qui invece, vedo bambocci che vogliono eliminare la democrazia con mezzi democratici.
Ma possibile che siamo arrivati a questo livello di follia?”

(Vincenzo Cucinotta da Facebook)

Presentato da REXFROG,

ROMANO PISCIOTTI

Conte: “questa manovra guarda al futuro”

Ogni volta che fai un pagamento con la carta di credito devi pagare la commissione… ma questo è peggio dell’aumento dell’Iva, solo che va a favore delle banche e non della collettività. Non sarà che questo governo è la fotocopia di quello di Monti ?

Rexfrog di Romano Pisciotti ….da Facebook

La legge del più forte

Il Governo sta confondendo l’arroganza dello Stato con la lotta all’evasione fiscale: presumere un reddito e da l’onere di provare il contrario al cittadino…questo è ribaltare la giustizia, partendo dalla presunzione di colpevolezza. Nel caso il malcapitato non soddisfi i giudici tributari, lo Stato passa alla confisca come per i reati di mafia…e ora si vuole anche il carcere!!!

E’ la legge del più forte che va contro il cittadino, quest’ultimo costretto anche alle spese per difendersi da una macchina da guerra ( GdF, Agenzia delle Entrate, ecc…) …Siamo alla pirateria di Stato.

Se pensate che la cosa non vi riguardi, vi auguro di non cadere in questo trita cittadino.

REXFROG

di Romano Pisciotti

TORTELLINI DELL’ACCOGLIENZA

Il “tortellino dell’accoglienza” con carne di pollo al posto del classico ripieno di maiale (mortadella, prosciutto crudo e lombo) lanciato dal Comitato organizzatore della Festa di San Petronio, protettore di Bologna, tra cui la Curia e il Comune, fa insorgere i ‘puristi’ della tradizione bolognese.

 

REXFROG (Romano Pisciotti)

Globalizzazione e inquinamento

In molti paesi, a cominciare da quelli europei e negli Stati Uniti, si fa un gran parlare di emissioni dei veicoli a motore, di efficienza degli elettrodomestici. Inspiegabilmente, però, nessuno fa molto per fermare chi emette sostanze inquinanti in misura migliaia di volte maggiori.
Una delle conseguenze della globalizzazione dei mercati è la necessità di trasportare enormi quantità di materie prime, semilavorati e prodotti finiti in giro per il mondo. La maggior parte di questi prodotti viaggia a bordo di immense nevi cargo che sono alimentate con giganteschi motori che inquinano in modo inimmaginabile.
Il trasporto su queste navi è alla base della globalizzazione. Il motivo sono i costi bassissimi: “conviene spedire i merluzzi pescati nel mar di Scozia in Cina in container refrigerati per essere sfilettati e ridotti a bastoncini in Cina, e poi rimandati ai supermercati e ristoranti di Scozia, piuttosto che pagare retribuire sfilettatori scozzesi”, ha detto Rose George, una giornalista britannica che ha viaggiato 10mila chilometri fino a Singapore a bordo di una di queste porta container lunga 300 metri e manovrata da solo 20 uomini. E che, sbarcata, ha scritto un libro chiamato “Novanta per cento di tutto – Dentro l’industria invisibile che ti porta i vestiti che indossi, la benzina nella tua auto e il cibo nel tuo piatto”. (Ninety Percent of Everything: Inside Shipping, the Invisible Industry That Puts Clothes on Your Back, Gas in Your Car, and Food on Your Plate). Secondo Rose George, il 90 per cento di ciò che ci occorre e che acquistiamo, viaggia sulle portacontainers.
Il motivo di questa “convenienza” è legato al combustibile utilizzato, il cosiddetto petrolio “bunker”, ovvero quello che rimane dopo aver raffinato gli altri prodotti petroliferi come benzina, nafta o diesel per autotrazione. Per questo alcuni lo hanno chiamato “il sangue impuro della mondializzazione”. Si tratta di un prodotto estremamente inquinante perché ci si trovano residui di metallo, cenere e, soprattutto, zolfo. È un carburante così viscoso che prima di bruciarlo negli enormi motori dei cargo è necessario riscaldarlo. Gli enormi cargo portacontainer lo utilizzano perché nonostante sia uno dei più sporchi al mondo, è anche uno dei meno costosi, cosa questa che permette di assicurare al commercio mondiale i costi minori.

Merluzzo dalla Scozia alla Cina e ritorno: le 50mila navi che inquinano più delle auto

Presentato da REXFROG, Romano Pisciotti

VIA IL CONTANTE

La panzana che togliere di mezzo il contante elimini l’evasione fiscale è la più grossa cavolata sentita negli ultimi anni.

L’evasione che si toglierebbe è solo quella dei poveracci che tirano a campare pagando lavoretti con spiccioli, o di negozianti che non battono scontrini.
La vera evasione, quella che evade miliardi di euro si fa con paradisi fiscali, e con leggi ad hoc per i grandi gruppi industriali e le holding finanziarie, leggasi Google, Amazon, E corporation che versano nulla nelle casse degli stati dove operano.

L’altro giorno google ha chiuso un accordo con la Francia pagando sanzioni e tasse contestate per un importo complessivo di un miliardo di euro… non mi risulta che i pagamenti online siano fatti con i contanti eppure….
Una curiosità, in Italia invece tutto regolare??

un miliardo di euro, hai voglia a fare del nero sugli scontrini delle colazioni al bar…

Questa panzana è buona solo per gli allocchi, eliminare il contante serve solo a garantire il totale controllo della finanza sui cittadini.

REXFROG: browsing the web

Romano Pisciotti