Le raccomandate non consegnate

Indagine dell’Antitrust su Poste Italiane per le raccomandate non consegnate. È stata avviata un’istruttoria per accertare la presunta pratica commerciale scorretta.

L’ipotesi è che, invece di consegnare la raccomandata, i postini non verifichino la reale presenza del destinatario, ma lascino direttamente nella casella l’avviso di giacenza. Poste rischia una sanzione massima da 5 milioni di euro.

Martedì 26 novembre, i funzionari dell’Autorità per la concorrenza e il Nucleo Speciale Antitrust della Guardia di Finanza hanno ispezionato gli uffici del Gruppo. L’operazione è partita dopo l’avvio dell’istruttoria “per accertare una presunta pratica commerciale scorretta, posta in essere nell’ambito del servizio di recapito della corrispondenza e, in particolare, delle raccomandate”.

https://www.money.it/Poste-l-Antitrust-indaga-sulle-raccomandate-non-consegnate?fbclid=IwAR1qudRY2OTqOuu3C_5Uup2ySlGss7ZxRteVpbiCnve4VvnUZa5lXhho7jg

Romano Pisciotti: quella di non accertare la presenza del destinatario è una prassi che ho potuto constatare.

SARDINE

di Vittorio Feltri

Dalla democristiana Balena Bianca siamo precipitati alle acciughe rosse e ciò contraddice la teoria di Darwin relativa alla evoluzione della specie. Un tonfo che tuttavia costituisce una metafora significativa di questi nostri tempi che segnano il disastro della politica. Non bastavano i grillini a darci il senso della decadenza, ci volevano le sardine che stanno bene in scatola e non quando la rompono ogni dì. Portiamo pazienza, è la realtà. Se ci prendono a pesci in faccia, occorre rassegnazione. Rimane da domandarci che cosa vogliano da noi le alici. Essere mangiate? Provvederemo.

 

…buone (Romano Pisciotti)

Cucchi non è un eroe

Cara Sig.ra Ilaria Cucchi, non dimentichi però che quando suo fratello è stato arrestato e a sua madre è stato chiesto di nominare un avvocato di fiducia, in risposta, al telefono, sono volati solo insulti nei confronti di Stefano, e sua MADRE aggiunse che NON AVREBBE SPESO ALTRI SOLDI PER QUEL DELINQUENTE DI SUO FIGLIO E CHE AVREBBE DOVUTO FARE AVANTI IL BARBONE PER STRADA.

Cara sig.ra Ilaria Cucchi, non dimentichi CHE FU LEI A NON FAR VEDERE I NIPOTI A STEFANO DA BEN 2 ANNI, CERTO PER PROTEGGERLI DA LUI, DAL SUO STATO DI TOSSICODIPENDENZA, da suo FRATELLO CHE FREQUENTAVA AMBIENTI LOSCHI ED FU SEMPRE LEI CHE NON LO VOLLE PIU’ NELLA SUA VITA ED ANCHE TUTTA LA SUA FAMIGLIA LO EMARGINÒ E ABBANDONÒ.
RIMASE COSÌ SOLO E PERDUTO COME UN CANE RANDAGIO.

Mi preme però osservare che dalla terribile morte di suo fratello Lei è riuscita comunque a costruirsi un personaggio mediatico, conseguendo anche un giusto rimborso di un milione di euro (somma che certo non la ripaga di quanto sofferto e perduto). Vorrei dirle che ha ottenuto una vittoria insperata, incredibilmente grande e giusta e grazie a lei verranno perseguiti dei delinquenti che non meritavano di vestire la divisa che indossavano. La “pulizia” andava fatta (anche per i fiancheggiatori) ed era sacrosanta. Dispiace però un’unica cosa, ovvero che la stessa caparbietà che ha dimostrato nella ricerca dei colpevoli, non l’ha sfoderata quando c’era da aiutare Stefano; Lei se ne disinteressò ed ora invece, da candidata per il PD, ora suo fratello è diventato la persona più cara che avesse mai avuto al mondo! Un eroe!

Una perdita immensa! No Sig. ra Ilaria, Stefano non era un eroe, gli eroi son altri, era solo un ragazzo che meritava di essere compreso e aiutato, anche se si era perduto.

FIRMATO: UN CARABINIERE QUALUNQUE (la lettera non è firmata e circola sul web, ma interpreta il comune sentire di milioni di cittadini).

Romano Pisciotti, anche il mio pensiero

NON NE POSSIAMO PIU’ DELLA RACKETE

“Ieri ho ascoltato (con disgusto) su RAI 2 nella trasmissione del Signor Fazio la Signora Carola Rackete conduttirice della nave Sea Watch 3 battente bandiera olandese della ONG tedesca: un cumulo di falsità e di ipocrisie buoniste. I riferimenti giuridici internazionali manipolati confondendo artatamente la figura del profugo con quella del migrante illegale a pagamento, rifiuto delle disposizioni ONU sul coordinamento del soccorso in mare, nessun cenno alle responsabilità dell’Olanda quale Stato di bandiera (responsabile dell’asilo politico dei migranti che effettuano il primo passaggio illegale sul suo territorio, cioè a bordo della nave, ai sensi del Regolamento di Dublino), della Germania quale Stato responsabile della ONG. In tutti i 17 giorni che è stata in mare poteva benissimo andare a sbarcare i clandestini in nord Europa. Nessun rimpianto per aver speronato la motovedetta della Guardia di Finanza e per aver messo in pericolo la vita di 5 dei nostri militari. Questa è la nostra TV pubblica che i cittadini contribuiscono a sostenere con i pagamenti forzati sulle nostre bollette? Una vergogna inaccettabile!”

AMMIRAGLIO NICOLA DE FELICE

ROMANO PISCIOTTI : CONCORDO CON ‘AMMIRAGLIO

IL NUOVO DECRETO FISCALE MIRA A DISTRUGGERE LA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA

E’ assurdo quello che sta accadendo. Stanno mirando a distruggere la piccola e media impresa italiana. Ricordo sempre che sulla scia di Mario Monti stiamo distruggendo la domanda interna sul consolidamento fiscale, quindi la distruzione di tutto ciò che fa impresa in Italia.

La spina dorsale dell’economia italiana è fondata sulla piccola e media impresa, non certo sulle grosse multinazionali. Si va ad attaccare il piccolo imprenditore, quando la grande, grandissima evasione non viene sfiorata. Questo è un attacco mirato, come quello al contante“.

DA INTERNET

PRESENTATO DA REXFROG (ROMANO PISCIOTTI)

SEI MILIARDI DI NUOVE TASSE E PIU’ DEFICIT

Oltre sei miliardi di nuove tasse e una ventina in deficit. Non sono rassicuranti i numeri che emergono dalle tabelle dei servizi bilancio di Camera e Senato sulla manovra economica che sta per affrontare il sempre difficile passaggio parlamentare. Il dossier svela che il ddl preparato – non senza un certo travaglio – dalla maggioranza, vale in tutto 34,8 miliardi. Somma di cui la gran parte, è noto, sarà destinata a bloccare l’aumento delle aliquote Iva per 23 miliardi. Ma a far tremare i polsi è soprattutto il capitolo coperture. Fatta salva la parte finanziata in deficit, pari a 20,1 miliardi, il resto delle risorse saranno reperite attraverso «maggiori entrate tributarie ed extratributarie per 5,9 miliardi», «minori spese correnti per 7,2 miliardi», «minori spese in conto capitale per 1,6 miliardi»…

 

Commento di Romano Pisciotti: hanno messo in sicurezza l’aumento dell’IVA caricandolo sul debito…e ci raccontano che questa operazione significa meno tasse per gli italiani.

Arma televisiva

La teoria popperiana ( Karl Popper, filosofo) trova riscontro nella realtà.

La televisione si è dimostrata capace di creare bisogni fittizi, distruggere le diversità locali, svuotare di significato culture con centinaia di anni alle spalle e, soprattutto, di incattivire il telespettatore.

Per averne la conferma basta guardare una puntata di programmi come La Corrida, Ciao Darwin o Avanti un altro!, che basano il loro successo sul sadismo del pubblico, pronto ad assistere divertito alle performance grottesche dei partecipanti.

La volontaria umiliazione dei concorrenti raggiunge un livello più grave andando a toccare la questione della privacy, ancora più minacciata con l’avvento della società dello spettacolo. Nel campo dei talk show, un caso esemplare è quello di Live – Non è la D’Urso, dove personaggi famosi o aspiranti tali rivelano retroscena intimi della loro vita privata. Come ha dimostrato il recente caso Pamela Prati, se non hanno uno scoop abbastanza importante da gettare in pasto all’opinione pubblica, possono arrivare a inventarlo.

Commento di Romano Pisciotti: la tivù spazzatura serve al divertimento delle masse e al potere dei pochi

Romano Pisciotti